Come correggere una strategia di web marketing che non funziona: 5 modi da scoprire

web marketing che funziona

Come correggere una strategia di web marketing che non funziona: 5 modi da scoprire

Dopo il fallimento di una strategia di marketing, ecco le domande cruciali da porsi.

Una cattiva strategia di marketing non è un fallimento, ma un’opportunità di miglioramento.

Hai provato diverse cose, sperimentato, verificato i risultati e alla fine ti sei accorto  che la tua strategia di web marketing sta fallendo.

Se ti sei attenuto diligentemente al tuo piano originale, significa che qualcosa è andato storto lungo il percorso e che devi intraprendere un’azione correttiva.

Quando una strategia di marketing non funziona, come si fa a risolverla? 

Tutti vogliono avere successo con il proprio marketing, ma anche i marchi più grandi falliscono. Non possiamo cambiare strategia e provare qualcos’altro se il primo tentativo non funziona? E se non sappiamo nemmeno cosa fare?

Tutti ci dicono qual è la strada giusta, ma spesso ci troviamo a porci domande difficili:

E se la mia strategia di marketing potesse fare la differenza?

E se avessi speso centinaia o migliaia di euro in marketing, solo per vedere i miei numeri fermi?

E se il mio pubblico di riferimento non sapesse nemmeno chi sono?

O se non fossero mai stati sul mio sito web?

Correggere una strategia di marketing che non funziona non è mai facile, ma si può fare applicando i seguenti 5 modi.

Conosci davvero il tuo pubblico di riferimento?

È facile dire che la risposta è “sì”, ma non è sempre vero. Potresti pensare di sapere cosa le persone vogliono dal tuo marchio, ma se non fai attenzione, questo può portare a una strategia di marketing fallimentare.

Il primo passo per correggere una strategia di marketing che non ha funzionato è identificare il motivo dell’insuccesso. Le cause possono essere molteplici, ma una è la principale.

Ti sei rivolto alle persone sbagliate.

Se state cercando di vendere un prodotto o un servizio a un pubblico che non è interessato, non avrai molto successo, indipendentemente dalla qualità della tua campagna. Se avete già identificato i vostri clienti ideali, provate a contattarli direttamente invece di sperare che vi trovino cercando parole chiave pertinenti su Google o altri motori di ricerca.

Chi sono

Per capire il tuo pubblico di riferimento, dovresti innanzitutto sapere chi sono. Cosa vogliono? Quali sono i loro interessi? Quanti anni hanno? Dove vivono? Sono tutte domande importanti a cui bisogna rispondere per creare una campagna di marketing efficace.

Cosa vogliono e come si comportano

Se volete avere successo nei vostri sforzi di marketing, dovresti  sapere chi è il tuo pubblico di riferimento. Ciò significa che dovresti capire cosa vogliono e come si comportano. Dovresti anche sapere come si differenziano da altri gruppi di persone.

Come farlo?

Con i Sondaggi

Questi sondaggi possono dirci che cosa cercano i nostri clienti e che esigenze specifiche hanno

Hai sottovalutato il tempo necessario per ottenere risultati? Dagli più tempo

Quando si cerca di far decollare la propria attività, può essere facile farsi prendere dalle attività quotidiane e perdere di vista il quadro generale.

Questo è particolarmente vero quando si tratta di marketing. Se avete lavorato duramente alla creazione di una lista di e-mail, alla creazione di contenuti e a tutto ciò che serve per far crescere la tua attività, potreste essere tentati di pensare: “Ho fatto tutto questo lavoro, perché non ottengo risultati?”.

La verità?

La verità è che ci vuole tempo perché qualsiasi tipo di campagna di marketing abbia effetto, soprattutto se sei agli inizi. E se non vi concedete abbastanza tempo, potreste iniziare a dubitare di voi stessi e a chiedervi se tutto questo lavoro sia valso la pena.

Forse pensavi che una promozione avrebbe portato nuovi affari, ma non è stato così. Oppure hai investito molti soldi in pubblicità che non sembravano funzionare. Oppure hai provato qualcosa di nuovo, ma non è servito a nulla.

Se ti è capitato, ecco alcuni consigli su come correggere una strategia di marketing fallita:

  • Fai un passo indietro

Fai un passo indietro e guardate il quadro generale. Se qualcosa non funziona, cerca di capire perché. Che cosa c’è nel piano che non funziona? Manca qualcosa nel piano? Ci sono altre opzioni che potrebbero essere migliori?

  • Chiedi il parere di altre persone

Chiedi il parere di altre persone che hanno esperienza di strategie e tattiche simili. Chiedete loro se pensano che la tua idea funzionerà o se hanno suggerimenti per migliorarla.

  • Non arrenderti troppo in fretta

Non rinunciare troppo in fretta a una campagna che non ha avuto successo; dalle più tempo prima di abbandonarla completamente o di eliminarla del tutto. A volte le cose richiedono tempo, mesi o addirittura anni, prima che inizino a dare i loro frutti in termini di risultati per la tua attività o organizzazione.

Questo è particolarmente vero per coloro che hanno appena iniziato a fare marketing.

È importante ricordare che il marketing non è qualcosa da cui ci si può aspettare risultati immediati. In effetti, possono essere necessari anni di sforzi costanti prima di iniziare a vedere i risultati reali dei propri sforzi.

Il tuo prodotto risolve un problema?

Se non avete una soluzione a un problema, non potete vendere. 

Se non avete un problema da risolvere, non riuscirete a vendere. 

Se il tuo prodotto non risolve almeno un problema importante per qualcuno, non venderà.

La cosa più importante da ricordare quando si parla di marketing è che tu non sei il prodotto…

Tu sei la soluzione.

Il marketing non si limita a convincere le persone a comprare il tuo prodotto. Si tratta di rendere il mondo un posto migliore e di migliorare la vita delle persone.

Il marketing è una forza potente.

Può far sentire le persone bene con se stesse e motivarle a fare cose straordinarie. Può anche essere usato per manipolare le persone a fare cose che non vorrebbero fare o a spendere soldi che non hanno per cose di cui non hanno bisogno.

Marketing sostenibile

Il marketing dovrebbe essere sostenibile: fare del bene al mondo e al proprio marchio, anziché puntare a guadagni a breve termine a scapito di entrambi. Ciò significa che deve essere etico, onesto e trasparente: non si possono manipolare le persone per indurle a comprare qualcosa che non vogliono o di cui non hanno bisogno solo perché si vuole il loro denaro subito.

Marketing sostenibile significa essere rispettosi del tempo e dell’attenzione dei clienti, oltre che del loro portafoglio; significa costruire la fiducia nel tempo fornendo valore (in qualsiasi forma), piuttosto che cercare semplicemente di vendere qualcosa a tutti i costi; significa dimostrare che non ci si preoccupa solo di fare soldi con le vendite di oggi, ma che si pensa invece a come costruire relazioni durature con i clienti (e si spera di diventare parte integrante della loro vita).

La strategia dei contenuti è rilevante per i tuoi clienti?

Qualche anno fa ho lavorato con un cliente che stava pensando di aprire un proprio blog. Erano già attivi sui social media, ma non avevano ancora fatto il salto verso il blog.

Ho chiesto loro che cosa volevano che il blog facesse per loro. Mi hanno detto che volevano che le persone conoscessero i loro prodotti e servizi e che volevano un modo per entrare in contatto con i loro clienti a un livello più personale.

Sebbene questo sembri un obiettivo ragionevole, non ci è voluto molto per capire che non avrebbe funzionato.

Non funziona sempre così

L’idea alla base del content marketing è semplice: Regalate grandi contenuti e la gente verrà. Ma come tutti sappiamo, non sempre funziona così.

Ho visto molti esempi di progetti che hanno cercato di implementare una strategia di contenuti, ma hanno fallito miseramente perché non hanno capito il loro pubblico.

O peggio ancora, non erano nemmeno sicuri di chi fosse il loro pubblico!

Coerenza ne abbiamo?

La voce del tuo marchio deve essere coerente su tutti i canali, online e non, in modo che i clienti possano riconoscerla facilmente ovunque la vedano o interagiscano con essa. 

Quanto più è chiaramente definita l’identità unica della tua attività, tanto più sarà facile entrare in contatto con il tuo pubblico di riferimento a livello emotivo e costruire la fiducia nel tempo attraverso interazioni coerenti con loro attraverso vari canali mediatici (compresi i social media).

Molte professionisti si lasciano prendere dall’idea di ottenere solo traffico per poi convertirlo in vendite in un secondo momento. 

Questo non è un modello sostenibile, perché se non avete modo di far tornare le persone più volte, alla fine tutto il tuo traffico sarà esaurito e non vi resterà nulla da convertire in vendite.

Un’opzione migliore sarebbe quella di concentrarsi sulla creazione di contenuti che facciano tornare le persone sul tuo sito più e più volte

In questo modo si creerà un flusso costante di visitatori interessati a ciò che avete da dire e che desiderano maggiori informazioni su ciò che fai  o vendi.

Restringi il tuo pubblico

Se tutti i vostri sforzi si sono concentrati su un pubblico ampio, è possibile che abbiate perso di vista chi sono veramente e cosa vogliono da voi. 

Restringere l’attenzione vi permetterà di creare messaggi più mirati e di migliorare la capacità di raggiungere il tuo pubblico di riferimento.

Molte aziende passano troppo tempo a cercare di rivolgersi a tutti, quando invece dovrebbero concentrarsi sul loro pubblico principale. 

Spesso questo accade perché non sanno chi è il loro pubblico di riferimento o perché non capiscono cosa li fa emozionare. 

Se questo è il tuo caso, potrebbe essere il momento di fare un esame di coscienza su chi sono i vostri clienti ideali e su quale tipo di pubblicità funziona meglio per loro. Più la tua strategia pubblicitaria è focalizzata sulle persone giuste, più è probabile che abbia successo.

Dal focus sul pubblico dipendono:

  • Con quale frequenza pubblicare nuovi contenuti e quando pubblicarli (ad esempio, il martedì alle 10 del mattino).
  • Quali sono i tipi di post che hanno maggiore risonanza sul tuo pubblico (ad esempio, foto o video).
  • Quali piattaforme sono più adatte per i vostri contenuti (ad esempio, Facebook o Twitter o Instagram).
  • Quali problemi specifici ha il pubblico e che parole usare per comunicarlo meglio

Se una strategia di marketing non riesce a generare risultati concreti, è necessario prendersi del tempo per chiedersi se è arrivato il momento di cambiare. Troppe aziende falliscono perché continuano a investire tempo e denaro in iniziative che non funzionano. Se questo è il caso della vostra azienda, elaborate un piano che vi aiuti a migliorare la vostra strategia di marketing in modo che sia più efficace.

Se non trovi l’idea giusta per risollevare la tua strategia di webmarketing contattami, la costruiremo insieme.

Cristina Tripodi

Sono Cristina Tripodi, Web Specialist, aiuto le Persone a trasformare le loro Idee in Business nel Web. Ti aiuto a costruire la tua idea e trovare le soluzioni giuste per il tuo progetto!